ACCIAIO INOX A CONTATTO CON GLI ALIMENTI

Vigente al 26-12-2015. “Aggiornamento art. 37 del DM 21 marzo 1973”

All’interno del decreto del Ministro della sanità 21 marzo 1973, “Disciplina igienica degli imballaggi, recipienti, utensili destinati a venire a contatto con le sostanze alimentari o con sostanze d’uso personale”, l’articolo 37, che definisce la valutazione di idoneità per oggetti in acciaio inossidabile, viene modificato come segue:

1- Nel caso di oggetti che possono essere impiegati in contatto esclusivamente con i materiali per cui sono previste prove con il simulante “A” (prodotti alimentari acquosi con pH superiore a 4,5) in condizioni di uso ripetuto, sia di breve durata a caldo che a temperatura ambiente, la valutazione di idoneità può essere basata sulla seguente prova:
– Acqua distillata o acqua di qualità equivalente a 100 °C per 30 minuti; tre «attacchi» successivi.

2- Nel caso di oggetti da taglio da cucina e da tavola, destinati ad uso ripetuto, di breve durata a caldo o a temperatura ambiente, la valutazione di idoneità può essere basata sulla seguente prova:
– Soluzione acquosa di acido acetico al 3 per cento, a 70 °C per 30 minuti; tre «attacchi» successivi.

3- Nel caso di oggetti che possono essere impiegati in contatto con qualsiasi tipo di alimenti, la valutazione di idoneità resta invariata e può essere basata sulle seguenti prove, in quanto ritenute più severe:
– Per oggetti destinati a contatto prolungato a temperatura ambiente: soluzione acquosa di acido acetico al 3 per cento, per 10 giorni a 40 °C;
– Per oggetti destinati ad uso ripetuto, di breve durata a caldo o a temperatura ambiente: soluzione acquosa di acido acetico al 3 per cento, a 100 °C per 30 minuti; tre «attacchi» successivi.

In tutti i casi si esegue la determinazione della migrazione globale e della migrazione specifica del cromo, del nichel e del manganese sul liquido di cessione proveniente dal terzo o dall’unico «attacco».

Restano invariati i limiti di migrazione specifica per i tre elementi metallici pari a 0,1 ppm per ogni elemento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *