Verifica in accordo al DM 25/2012, sistemi di trattamento dell’acqua potabile


L’Istituto TiFQ ha sviluppato una procedura, per la verifica dell’idoneità ai requisiti di certificazione alla legislazione vincolante, articolata nelle seguenti fasi:

  • Valutazione tecnica preliminare (controllo documentale). La fase prevede la verifica del documento delle parti in contatto; l’idoneità di tutti i materiali costituenti l’oggetto viene controllata al fine di verificare che ogni materiale possa soddisfare le caratteristiche richieste dai decreti di riferimento. I documenti e i disegni tecnici del prodotto sono analizzati al fine di definire eventuali test di laboratorio integrativi necessari.
  • Verifica sperimentale. L’obiettivo è valutare l’applicazione e la coerenza del prodotto, oltre che dei documenti tecnici e commerciali. La valutazione sperimentale è stata impostata sul sistema di trattamento dell’acqua ed applicando un protocollo analitico che consente di valutare l’efficienza del sistema durante l’intera fase di trattamento dell’acqua. I parametri sono riferiti alle normative UE sull’acqua potabile, recepite in ITALIA dal D.lgs. 2ì31 del 2001.
  • Rilascio del file tecnico TiFQ. Seguendo le fasi sopra descritte, viene redatto un fascicolo tecnico completo attestante la conformità dei prodotti verificati, in linea con le normative vincolanti del settore.

Informazioni richieste

Per la verifica dei requisiti di certificazione, il TiFQ richiede la seguente documentazione:

  • Schede tecniche del prodotto e disegni tecnici con evidenza delle parti in contatto (esplosi);
  • Conformità al contatto con alimenti/acqua potabile dei componenti utilizzati o attestati di terze parti supportati da rapporti di prova, per i quali è richiesta la possibilità dell’approvazione TIFQ;

Normative di riferimento

  • Direttiva 98/83/CE del Consiglio del 3 novembre 1998 concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano.
  • Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n. 31 “Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano”.
  • Decreto 7 febbraio 2012, n. 25 – Disposizioni tecniche concernenti apparecchiature finalizzate al trattamento dell’acqua destinata al consumo umano.
  • Decreto Ministeriale 6 aprile 2004, n. 174 Regolamento concernente i materiali e gli oggetti che possono essere utilizzati negli impianti fissi di captazione, trattamento, adduzione e distribuzione delle acque destinate al consumo umano.


© TIFQ Via A. Scarsellini, 13 - 20161 MILANO - tel. +39 02 45418 221 - P.Iva 04725630968

Powered by NexusMedia.it