Nuovo costituente Art.6 DM 174/2004


L’Istituto TiFQ ha sviluppato una procedura, per la richiesta di utilizzo di un nuovo costituente ai sensi dell’Allegato IV (Articolo 6 del regolamento) del DM 174/2004, articolata nelle seguenti fasi:

  • Valutazione tecnica preliminare (audit documentale). La fase prevede la verifica documentale relativa al materiale. Vengono analizzati i documenti e i disegni tecnici del prodotto ed in particolare i certificati di collaudo del materiale se materiali metallici.
  • Protocollo operativo tossicologico. La fase sperimentale ha lo scopo di valutare il comportamento del materiale nelle diverse condizioni operative, attuando una base di dati per la corretta predisposizione della richiesta di nuovo costituente così come previsto dall’ Allegato IV (Articolo 6 del regolamento) del DM 174/2004. 
  • Rilascio del Dossier Tossicologico. A seguito del superamento delle fasi precedentemente descritte viene redatto un Dossier Tossicologico e, coerentemente alla normativa cogente di settore, i documenti di accompagnamento al Dossier Tossicologico, quali designazione e funzione del costituente oggetto della domanda ed indicazione dei materiali o oggetti nei quali l’utilizzazione è richiesta, percentuale d’impiego del costituente, presentazione delle argomentazioni (tecniche o di altra natura) a sostegno dell’impiego del costituente, indicazione degli eventuali rischi per l’ambiente ed eventuali impieghi nei Paesi extracomunitari.

Informazioni richieste al committente

L’Istituto TiFQ richiede la seguente documentazione:

  • Schede tecniche del prodotto e disegni tecnici del materiale e degli oggetti realizzati con il materiale in oggetto;
  • Informazioni sui prodotti dell’Organizzazione realizzati con il nuovo costituente e loro impiego;
  • Schede di sicurezza dei materiali ed analisi di colata/certificati;
  • Eventuali approvazioni del materiali negli stati membri EU

Principali riferimenti normativi

Materiali e oggetti a contatto con acqua destinata al consumo umano

  • Direttiva 98/83/CE del Consiglio del 3 novembre 1998 concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano.
  • Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n. 31 “Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano”.
  • Decreto Ministeriale 6 aprile 2004, n. 174 Regolamento concernente i materiali e gli oggetti che possono essere utilizzati negli impianti fissi di captazione, trattamento, adduzione e distribuzione delle acque destinate al consumo umano.
  • Decreto Ministeriale 21 marzo 1973 disciplina igienica degli imballaggi, recipienti, utensili, destinati a venire in contatto con le sostanze alimentari o con sostanze d’uso personale, e successivi aggiornamenti.
  • Regolamento (UE) N. 10/2011 della Commissione del 14 gennaio 2011 riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari.


© TIFQ Via A. Scarsellini, 13 - 20161 MILANO - tel. +39 02 45418 221 - P.Iva 04725630968

Powered by NexusMedia.it