Buone pratiche di fabbricazione dei materiali e degli oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari


Le Buone Pratiche di Fabbricazione (Good Manufacturing Practices — GMP) definiscono gli aspetti di garanzia della qualità che un’azienda deve adottare per assicurare che i materiali e gli oggetti siano costantemente fabbricati e controllati in conformità alle norme ad essi applicabili e agli standard qualitativi adeguati all’uso cui sono destinati, senza costituire rischi per la salute umana o modificare in modo inaccettabile la composizione del prodotto alimentare o provocare un deterioramento delle sue caratteristiche organolettiche.

TiFQ ha sviluppato un servizio specifico per supportare le aziende a dotarsi di un sistema di assicurazione e controllo della qualità adeguato a garantire il rispetto delle Buone Pratiche di Fabbricazione dei Materiali e degli Oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari, secondo il Regolamento (CE) n. 2023/2006.

ATTIVITA’ DI CONSULENZA A SUPPORTO DELLE FASI DEL PROCESSO OPERATIVO

Processo produttivo

  • Analisi della progettazione e delle indicazioni inerenti i materiali da impiegare
  • Analisi dei fornitori e conformità delle schede tecniche dei materiali
  • Analisi della modalità di controllo della conformità dei materiali in ingresso
  • Individuazione e valutazione dei rischi e dei pericoli delle fasi di lavorazione
  • Analisi della protezione del prodotto in lavorazione considerando le sue caratteristiche e le possibilità di contaminazione chimica, fisica e/o microbiologica.
  • Analisi delle lavorazioni in outsourcing

Prodotto finito

  • Definizione di un piano di controllo qualità dei prodotti finiti, contenenti i parametri da verificare, i limiti di accettazione, i metodi di controllo da applicare.
  • Predisposizione di un documento di prevenzione e controllo efficace nella gestione dei fattori di rischio individuati.
  • Valutazione e misura della facilità di pulibilità ed efficacia della sanificazione in generale e in particolare:
  • analisi dei componenti o delle parti poco accessibili dell’apparecchiatura in cui possano depositarsi sporco o residui alimentari;
  • analisi della documentazione informativa per l’utilizzatore circa le operazioni di manutenzione, pulizia ed igiene.
  • Valutazione della Product Life.

Organizzazione

  • Predisposizione della documentazione di registrazione per dare evidenza della corretta gestione dei requisiti in materia di GMP.
  • Predisposizione dei documenti di manutenzione e pulizia.

Risultanze finali

  • Definizione e gestione del piano di GMP coerente con i processi produttivi dell’Organizzazione.
  • Definizione delle schede dei processi produttivi dell’Organizzazione.


© TIFQ Via A. Scarsellini, 13 - 20161 MILANO - tel. +39 02 45418 221 - P.Iva 04725630968

Powered by NexusMedia.it