Le rinnovabili hanno battuto le fossili nel 2020, un sorpasso significativo.

Marzo 9, 2021
https://www.tifq.it/wp-content/uploads/2021/03/6_Fonti-rinnovabili.jpg

Il rapporto annuale EU Power Sector 2020 sulla transizione elettrica https://ember-climate.org/project/eu-power-sector-2020/, stilato da Ember e Agora Energiewende, specializzati nel settore energetico, rileva che nel 2020 le fonti rinnovabili hanno superato i combustili fossili diventando, così, la principale fonte di elettricità nell’Unione Europea.

Rimane però il problema che, per raggiungere la neutralità climatica nel 2050, la crescita delle energie pulite deve accelerare il suo percorso anche se, nel 2020, malgrado la pandemia, le fonti rinnovabili, soprattutto il fotovoltaico e l’eolico, hanno guidato il settore e insieme hanno generato un quinto di tutta l’elettricità europea. Dal rapporto emerge, infatti, che nel 2020 le rinnovabili hanno generato il 38% dell’elettricità in Europa (nel 2019 era del 34,6%), superando per la prima volta la generazione da fonti fossili.

Per raggiungere gli obiettivi del 2030 e, cioè, garantire il 55% di riduzione dei gas serra, la crescita di solare ed eolico deve quasi triplicare: da 38 TWh all’anno di aumento medio nel decennio 2010-2020, deve passare a 100TWh all’anno tra il 2020 e il 2030. È comunque incoraggiante che l’eolico e il solare siano aumentati di 51 terawattora nel 2020, dato ben al di sopra della media dello scorso decennio.

In definitiva, nel 2020, la generazione eolica e solare è cresciuta del 10% nell’EU-27.

Analizzando il calo dei fossili si evidenzia che la produzione di carbone è scesa del 20% nel 2020 e si è dimezzata dal 2015. Il calo è da attribuire in parte alla diminuzione della domanda di elettricità che è scesa del 4% a causa dell’impatto del Covid-19 e, in parte, alla crescita di eolico e fotovoltaico. Inoltre, malgrado la pandemia, la produzione di gas è scesa solo del 4% grazie alle tariffe convenienti e all’aumento del costo della CO2 sul mercato ETS (mercato delle emissioni), mentre la generazione nucleare è scesa del 10% , rappresentando il calo maggiore di sempre. Il carbone, invece, ha generato il 13% circa dell’energia elettrica dell’Europa, il gas il 20%.
Infine, dal 2015, sono scesi i valori dell’intensità del carbonio che passano da 317 g/kWh a 226 g/kWh.

 

 

 

Sede
SOLUZIONI E SUPPORTO TECNICO PER LA CRESCITA DEL VALORE IMPRENDITORIALE DELLE IMPRESE.

Capitale Sociale € 10.000,00 interamente versato – C.F./P.IVA e Iscriz. Reg. Imprese n. 04725630968 – R.E.A. n. MI-1767708

Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di ICIM GROUP.