20/03/2017 News

In data 18 marzo 2017 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il Decreto Legislativo n.29 del 10 febbraio 2017 riguardante la disciplina sanzionatoria per la violazione di disposizioni di cui ai regolamenti (CE) n. 1935/2004, n. 1895/2005, n. 2023/2006, n. 282/2008, n. 450/2009 e n. 10/2011, in materia di materiali e oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari e alimenti.

E’ possibile scaricare il testo del decreto dal sito TiFQDocs tramite il link sottostante

http://www.tifqdocs.it/details/296/decreto-legislativo-10-febbraio-2017-n-29



Bruxelles, 28.11.2013. “Orientamenti dell’Unione sul regolamento (UE) n. 10/2011 riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari, per quanto concerne le informazioni all’interno della catena di approvvigionamento

Un problema fondamentale è la valutazione dei rischi e dei pericoli nell’intera catena di fabbricazione degli oggetti in materiale plastico. Ogni singola fase a partire dal produttore del polimero allo linea di formazione e stampaggio. L’utilizzatore del polimero deve garantire che il suo processo non contamini una materia prima idonea la cui conformità deve essere dichiarata dal produttore del polimero.

Di conseguenza è essenziale uno scambio di informazioni ottimizzato per garantire la conformità dell’oggetto finale, il quale dovrà essere verificato mediante prove nelle prevedibili condizioni di utilizzo (simulante, tempo, temperatura)

In altre parole, la comunicazione a monte e a valle nella catena di approvvigionamento può contribuire a individuare informazioni pertinenti che permettono a fornitori e clienti di svolgere adeguatamente il loro lavoro sulla conformità.

 

Bruxelles, 21.02.2014. Orientamenti dell’Unione sul regolamento (UE) n. 10/2011 riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari”

Tale documento di orientamento tratta gli aspetti generali del regolamento sulle materie plastiche e da specifiche spiegazioni:

  • Su ciò di cui tratta e ciò di cui non tratta il regolamento sulle materie plastiche;
  • Sulle categorie funzionali di additivi e sostanze ausiliarie della polimerizzazione;
  • Sulle sostanze incluse nell’elenco dell’Unione;
  • Sul perché alcune sostanze sono esentate dall’inclusione nell’elenco dell’Unione e disposizioni applicabili per tali sostanze;
  • Sullo stato di biocidi in materiali e oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari;
  • Sugli additivi a doppio uso;
  • Sulle disposizioni transitorie.

 

01.01.2016: Fibre di vetro aggiunte alle plastiche e requisiti del regolamento CE 10/2011

A partire dal 1 gennaio 2016 si applicano anche per le fibre di vetro i requisiti per gli additivi utilizzati nella produzione di materiali plastici previsti dall’articolo 5 del regolamento CE n. 10/2011.


© TIFQ Via A. Scarsellini, 13 - 20161 MILANO - tel. +39 02 45418 221 - P.Iva 04725630968

Powered by NexusMedia.it